LA MAGIA DEL GRAN BALLO RACCONTATA DIRETTAMENTE DALLE RAGAZZE CHE VI HANNO PRESO PARTE NEL CORSO DELLE VARIE EDIZIONI.

Quando decisi di partecipare al Gran ballo Viennese delle Debuttanti, il mio unico obiettivo era quello di sentirmi una principessa per una notte e di danzare sulle magiche note dei valzer fra le braccia di un bellissimo principe. Mai avrei pensato che quella notte sarebbe stata soltanto la “ciliegina sulla torta“ di una favola durata purtroppo solo una settimana; mai avrei creduto di affezionarmi così tanto in così breve tempo a ragazze fino ad allora sconosciute e che oggi considero delle vere e proprie sorelle; ma sopratutto non avrei mai immaginato che in soli 7 giorni sarei riuscita a scalfire quel muro fatto di insicurezze e paure che da sempre mi caratterizza. Sento ancora il cuore battere forte quando ripenso all’attesa interminabile prima di fare il nostro ingresso la sera del ballo, avvolte dal quel magnifico abito, che contribuiva ad accentuare la magia di una notte già perfetta. Sicuramente tutto questo non sarebbe stato possibile senza di te Elvia, che come in ogni favola degna di nota, hai interpretato il ruolo di una dolce fata madrina sempre disponibile ad offrire il suo aiuto, a dispensare saggi consigli ed aiutare ognuna di noi a vivere a pieno questo sogno. Sei quel tipo di persona che s’incontra quando la vita decide di farti un regalo, ed ancora non mi capacito della fortuna che ho avuto a conoscerti. In questi giorni ci hai regalato dei grandi insegnamenti, che vanno oltre al saper ballare o al saper truccarsi: ci hai trasmesso tanto coraggio e tanta forza, ci hai fatte sentire delle ragazze speciali ed infine ci hai ricordato che in ognuna di noi si cela un animo da guerriera pronto a sfidare il mondo ed i suoi ostacoli. Ho impresso le tue parole in maniera indelebile sul cuore così che possano guidarmi sempre nel lungo e tortuoso cammino della vita e spero che un domani anch’io sarò in grado di trasmettere quella ricchezza di cui tu ci hai tanto parlato. Purtroppo il tempo è un dono tanto prezioso quanto sfuggevole, e quel ballo che ho sognato per così tanto tempo è già diventato un ricordo che tuttavia mi accompagnerà per sempre.
Federica M.
Non una sera, ma un'intera settimana da sogno. "È un'esperienza che ti cambierà la vita"... così mi dicevano, ma facevo fatica a crederci davvero. Ad oggi invece sono fiera di poterlo urlare al mondo, perché quest'esperienza è ormai incisa in me, nel mio cuore, nella mia anima... non ci sono parole, né frasi, né disegni, né foto per capire le emozioni di quegli attimi fuggenti, di quegli sguardi, di quelle mani strette, di quei sorrisi. In qualsiasi momento sceglierei sempre e comunque Voi! (Alessandra - 2016)
Alessandra
Per una settimana ci hai dato la favola, per una vita il ricordo di questa. Grazie per aver reso così concrete cose che sembrano solo astratte, per aver basato tutto sul cuore, per avermi fatto sentire come avevo avuto sempre paura di sentirmi, grazie per avermi detto alle 2 del mattino a fine serata, ancora una volta ricorda: non per un'ora, non per una sera, per tutta la vita principessa. Ti porterò sempre nel mio cuore. (Vicky - 2016)
Vicky
Un giorno una persona molto speciale disse: "nella vita puoi scegliere poche cose, tra queste, ci sono le persone, si, perché tu scegli ogni giorno con chi parlare, con chi iniziare un amore con chi una splendida amicizia ... " Ed io oggi dico che scelgo voi PRINCIPESSE e GRANATIERI 2016 perché avete un animo da sognatori, un animo buono, sapete ancora sognare e io credo che gente come voi è difficile trovarla, sta solo nelle favole... e noi il 15 ottobre 2016 abbiamo vissuto una favola, la nostra. (Marta - 2016)
Marta
Ogni giorno era una sorpresa e più bello del precedente. Per alcuni può sembrare un salto nel vuoto, ma fino ad ora è il salto più bello che abbia mai fatto. Auguro a tutte le ragazze di poter vivere quest'esperienza esattamente come l'ho vissuta io, di avere la stessa fortuna che ho avuto io di incontrare tutte le ragazze che mi hanno accompagnato in questo percorso e soprattutto te, la regina di questo grande ballo (ovviamente con le sue principessine a fianco)! Vorrei ricominciare tutto da capo e riviverlo fino in fondo. (Eleonora - 2016)
Eleonora
Spesso ti chiedevo come avessimo fatto io e le ragazze a ritrovarci insieme, con i nostri problemi in quel letto della camera 304, tra lacrime e mani incrociate tra loro, e tu mi rispondevi "il fato". Mi sono anche spesso chiesta perché fosse proprio Giorgio il mio cadetto, e mi sono risposta da sola "il fato". Il destino ha tracciato per me la settimana più bella della mia vita, e solo oggi mi accorgo che essa mi é scivolata tra le dita nei miei guanti di pizzo. La mia metamorfosi, come la chiamavi tu, è finita: oggi sono una farfalla, da bruco che ero arrivata, mi sento bella nello sfoggiare le mie ali, so di poter volare; certo sono ancora ali fragili, ma crescerò, con la consapevolezza di aver conosciuto persone splendide, anzi alcune di loro credo non usciranno più dal grande disegno del destino. Grazie, perché hai contribuito ad essere la matita del disegno, il mio capolavoro. (Ilaria - 2016)
Ilaria
Ogni cosa anche la più piccola ha superato di gran lunga le mie aspettative. Sabato 15 ottobre è stato un giorno memorabile, le sensazioni ed emozioni che ho provato sono indescrivibili: l'arrivo all'Acquario Romano per le prove generali, le coccole che i truccatori e i parrucchieri ci hanno riservato, l'amore che i fotografi mettevano nel cercare di cogliere ogni minimo nostro gesto per renderlo indelebile, l'emozione nell'indossare il meraviglioso abito che è stato realizzato per noi e l'ansia dell'attesa dietro le quinte fino a quando siamo state avvertite che era arrivato il NOSTRO momento!! Lì il mio cuore ha incominciato a battere all'impazzata! Da una parte non vedevo l'ora di varcare la soglia e cominciare a ballare ma dall'altra parte volevo che il tempo si fermasse lì, perché mi rendevo conto che nel giro di poche ore tutta la magia sarebbe finita e sarei dovuta tornare alla quotidianità. Potessi tornare indietro e ripetere all'infinito quei 15 minuti lo farei subito senza pensarci un attimo, è stato come vivere in un altro mondo, uno splendido mondo magico possibile solo grazie a te! Mi porto dietro un enorme bagaglio di emozioni che niente e nessuno mi potrà mai portare via. (Lucia - 2016)
Lucia
Non so che cosa mi abbia spinto a scrivere quella lettera motivazionale e a compilare il form... probabilmente la verità è che la bambina in me non se ne era andata, era solo assopita. Vivere tutto questo, proprio io che all'apparenza di tanti sono disincantata e qualche volta perfino cinica, mi ha fatto capire che in realtà si è forti quando non si ha paura di essere quello che si è, rimango la ragazza "alternativa" che ama anche il calcio e la birra, ma da oggi aggiungo ai miei obiettivi e a me stessa un pizzico di sogno. (Camilla - 2016)
Camilla
Ho realizzato un sogno, che è molto di più. È un riscatto personale, un dimostrarmi che ce la posso fare e che non esiste difficoltà tanto grande che non possa essere superata, credendoci. Zero controllo sul cibo, zero ordini che mi sono data, niente di tutto ciò. Solo sorrisi, scherzi, battute, sguardi complici. Solo tanta serenità e spensieratezza. Quasi non mi riconoscevo quella settimana, mi guardavo allo specchio della camera dell'hotel, e mi ripetevo che dovevo essere così sorridente, sempre. Poi quel cornetto caldo al pistacchio, e chi se lo scorda più! Erano due anni che non toccavo un cornetto! Quanto mi è piaciuto!!!!! Grazie. Solo questo, per avermi regalato un sogno, per avermi fatto credere in un sogno. L'emozione di entrare in quella sala, con tutte le luci, i vestiti, la musica, quella magia che ti avvolge. Non scorderò mai le parole di Gaetano, che mi stringe la mano sinistra, e mi sussurra " non pensare ora, goditela". Ed è quello che ho fatto. (Chiara - 2016)
Chiara
Sentire quell'unione tra tutte mi faceva sentire parte proprio di una grande famiglia... Una famiglia forte! Perché ognuna di noi aveva una storia dietro e un sogno che accomunava tutte!Aiutarci l'una con l'altra, saper di poter contare sull'aiuto di ognuna di loro mi fa pensare ad "una per tutte, tutte per una ". Una delle tue tante frasi che ci ha unite molto... Perché secondo me a creare quella forte unione tra di noi sei stata maggiormente tu... Perché con le tue parole ci hai fatto capire quanto bene si può vivere un'esperienza  se si è unite, se non c'è cattiveria, invidia, gelosia. Sono contenta e mi sento anche fortunata di sapere che al mondo esistono persone come te che si battono per vivere i propri sogni e cosa ancor più bella fare vivere e realizzare i sogni degli altri... (Elisabetta S. - 2016)
Elisabetta S.
Il mio cavaliere all’ingresso, prima che si aprisse quella meravigliosa porta, mi ha guardata e stringendomi la mano mi ha detto: ”Stai tranquilla, ci sono io”. Non puoi immaginare quanta sicurezza in quel momento mi hanno fornito quelle parole, dette da una persona che non sarebbe stato un futuro compagno, ma che mi ha mostrato come la galanteria germoglia e cresce ancora nell’animo di qualche ragazzo. Bellissime persone che conoscono il rispetto, non colgono l’occasione dell’emancipazione femminile per essere più rudi e per pretendere. Io ho sempre lottato per i diritti delle donne e per questo spesso mi è stato risposto di dar vita ad una contraddizione desiderando la galanteria. Quest’esperienza è la prova che ciò che chiediamo io ed altre ragazze non è una contraddizione, è la normalità. Lo sfavillio della sala era meraviglioso, le telecamere a riprendere ogni nostra movenza e le nuvole bianche che con le divise creavano del movimento su una tela che qualche pittore aveva da tempo preparato per noi. (Ilenia - 2016)
Ilenia
È come se il 9 ottobre fossi stata catapultata in una realtà diversa, in cui le responsabilità, i pensieri, le insicurezze e la mia paura di "non essere mai abbastanza" fossero state messe in pausa e avessero lasciato spazio solo a sorrisi, gentilezza, galanteria, amicizia, complicità con i nostri splendidi cavalieri. Da quando ho scoperto di essere stata presa ho immaginato ogni giorno a come sarebbe potuto essere il ballo, ho cercato di riempire i miei sogni di particolari e renderli il più reali possibile. Ma nel migliore dei casi, non sono riuscita ad avvicinarmi minimamente a ciò che poi è stato. Questa esperienza ti cambia sul serio, fortifica e rende più sicuri di sé. Ti saluto ancora intrappolata in un vortice di emozioni, speranze ed emozioni. (Federica G. - 2016)
Federica G.
Durante tutta la settimana mi sono sentita più forte, ho creduto in me, nelle mie capacità e tutto questo è stato possibile grazie a te, che sei stata una madrina perfetta, che ci hai amate dal primo giorno e non hai mai perso occasione di darci delle lezioni di vita che io conserverò per sempre. Sono stata bene, anche grazie alle splendide compagne/sorelle che ho avuto accanto. Grazie Elvia, grazie perché partecipando al Gran Ballo ho avuto la possibilità di sentirmi unica e ciò  mi ha dato maggiore sicurezza. Porterò tutto nel mio cuore, dai semplici sorrisi alle amicizie belle e sincere che si sono create. Ricorderò per sempre l'emozione del mio primo Walzer, accompagnata da un meraviglioso Cavaliere. Ho passato momenti favolosi, ho vissuto in un altro modo e se adesso sono tornata alla mia quotidianità avrò sempre dentro di me dei ricordi che nessuno potrà portarmi via. (Elisabetta C. - 2016)
Elisabetta C.
Io ti ringrazio non per il trucco, il parrucco, il vestito e tutto quello che c'è dietro all'evento ma perché grazie a questo realizzi sogni unici e diversi per ogni ragazza. Io sognavo Anastasia, non Kitty, sognavo il ritorno alla mia vita e il ricordo della mia felicità passata e così è stato. Sei stata una spalla in questo viaggio, una consigliera ferma. (Elena - 2016)
Elena
E' stata una settimana unica, fuori dal mondo, mi sono sentita trattata con rispetto e gentilezza come non sono mai stata trattata. Grazie a questa esperienza sono cambiata tanto, quest'esperienza mi ha resa più forte, mi ha dato il coraggio di cambiare la quotidianità e capire cosa significa il rispetto ed essere donna, di essere me stessa senza la paura di essere giudicata... (Valeria - 2016)
Valeria
Eccomi qui, 24 ore dopo il Gran Ballo Viennese delle Debuttanti di Roma, seduta ad osservare questo meraviglioso abito che adesso è ancor più bello del primo momento in cui l'ho visto perché racconta una storia e porta con sé ogni attimo vissuto. La realtà ha superato ogni aspettativa e mi riesce difficile esprimere a parole le emozioni che ho provato e che ancora mi porto dentro. (Grazia - 2016)
Grazia
Non esiste un modo adatto per raccontare tutto quello che io e le altre ragazze abbiamo vissuto, iniziando come sconosciute e finendo con la consapevolezza che ci saremo sempre l'una per le altre. Un grazie sincero per avermi dato la possibilità di vivere una settimana unica e speciale, una settimana per poter capire che non c'è sogno troppo grande, una settimana per farmi convincere del fatto che certi valori esistono ancora. Grazie di tutto Elvia, sei stata una madrina stupenda. (Virginia - 2016)
Virginia
È stata un'esperienza fantastica, come vivere una di quelle fiabe che leggevo la sera prima di addormentarmi e devo ringraziarti per avermi reso la protagonista di questa fiaba... Per una settimana ho vissuto come in un mondo parallelo, dove tutto si era fermato e il sabato sera è stato un' esplosione di emozioni irripetibili e indimenticabili! Ora riguardando foto e video mi sale una forte nostalgia, mi manca ogni singolo momento.. (Silvia - 2016)
Silvia
Grazie per esserti fidata di me, per avermi fatto capire ancor di più che molte volte si è più responsabili di quel che pensiamo, ma soprattutto per avermi fatto capire che  in una realtà parallela possiamo essere accettate  per quel che siamo realmente e che  ognuna di noi è pronta a mettersi in gioco per realizzare un sogno. È bastata una settimana per legarci tutti, una settimana per poter mostrare liberamente noi stesse senza aver paura... grazie a tutti! (Anna -2016)
Anna
Bisogna parteciparvi per capirlo. Non è solamente un evento, ma è una settimana piena di incontri, condivisioni, di gioie, dolori. È qualcosa di intenso che va oltre. Non è sentirsi principessa per un giorno, è sentircisi per sempre. Tutti, le ragazze, i cadetti, ma soprattutto tu, non mi avete regalato un sogno, ma un pezzo di vita! (Maria Cristina - 2016)
Maria Cristina
La sera del ballo mi sono sentita come Cenerentola, sapevo che ''dopo la mezzanotte'' il sogno sarebbe svanito e sarei tornata a vivere la realtà. Solamente dopo, con il passare dei giorni, ho capito che il Ballo delle Debuttanti di Roma non è la magia di una sera ma di tutta una vita. Non avrei mai pensato che in una settimana si potessero provare così tanti sentimenti, non avrei mai immaginato di trovare nel mio cavaliere un buon amico, un ragazzo di cui potersi fidare, e non avrei mai pensato di trovare delle sorelle, di quelle con cui il tempo insieme passa sempre troppo in fretta, che non importa quale distanza ci divida... Una cosa è certa, saranno sempre ad un passo dal cuore. (Alessia R. - 2015)
Alessia
È un'atmosfera magica quella che si crea fra il gruppo delle debuttanti... Come se ci fosse un'alchimia... Nessuna è gelosa dell'altra, non c'è rivalità fra di noi, certo ci sono ragazze con cui ti trovi meglio ma fra di noi siamo e saremo tutte amiche, pronte a gioire l'una per l'altra, piangere insieme e consolarci con un abbraccio e questo credo sia opera tua Elvia, o meglio fata madrina, che con la tua "magia" hai reso 32 ragazze un gruppo unito per sempre. (Aurora - 2015)
Aurora
Ci sono emozioni che ricorderai per sempre e ci sono esperienze  che ti cambiano la vita per sempre… Darei in cambio  qualsiasi cosa per tornare indietro nel tempo e rivivere quel momento, e ringrazio tutti quelli che hanno contribuito a rendere indimenticabile quella sera. Soprattutto alla mia fata madrina, Elvia Venosa, che come una seconda mamma mi ha insegnato ad essere una donna. (Benedetta E. - 2015)
Benedetta E.
Ho provato più volte a raccontare questa magica avventura, ma non sono mai riuscita ad esprimere tutto quello che ho provato… che ho vissuto… che ho imparato! Il Ballo è una realtà totalmente differente da quella in cui siamo immerse quotidianamente, una realtà fondata su rispetto, fiducia, lealtà, presenza, pazienza, altruismo e collaborazione! Una realtà dove svanisce l’invidia e l’ipocrisia. Solo inizialmente si è ancora reduci dei segni che la società odierna ha inciso sul nostro Io interiore, sul nostro carattere, sul nostro modo di osservare il mondo. Il Ballo rappresenta, così, “UNA CELERE CURA DELLA NOSTRA ANIMA!” (Maria Teresa - 2015)
Maria Teresa
Grazie a Voi tutti!!!! Non mi sono mai sentita così bella... Nessuna imperfezione... Tutto sublime e perfetto. Una vera magia. Un grazie speciale al mio cavaliere, ufficiale gentiluomo da favola, Marco, che mi è stato accanto in questa magnifica esperienza, tra risate, complicità, sguardi e sorrisi. Partecipare al Ballo delle Debuttanti di Roma è stato un sogno ad occhi aperti.... Dove unione, eleganza, intesa, armonia ed educazione hanno fatto da padroni. (Roberta - 2015)
Roberta
Mi sento più ricca... Più grande... Più forte... Più donna... Meno sola.... È vero tutte le cose prima o poi hanno un loro termine... Ma il valore di ogni esperienza, paradossalmente si vede alla fine di essa... (Valentina - 2015)
Valentina
Incredibile ma…vero! Ho trascorso una settimana bellissima, le ragazze per me sono state come le sorelle maggiori che non ho mai avuto, semplici ragazze, ognuna con la propria storia, con cui poter essere me stessa senza paura di essere giudicata e criticata. Ho capito che non si è mai troppo grandi per credere nelle favole, il mio cadetto mi disse “ognuno di noi si crea la proprio favola, basta solo crederci”. E io ieri ho realizzato la mia. Non vi dimenticherò mai ragazze, grazie di tutto! Come dice sempre Elvia: “Tutte per una, una per tutte.” (Sophie - 2015)
Sophie
Ho saputo il giorno del mio sedicesimo compleanno che sarei stata una delle trentadue principesse del Gran Ballo, i miei genitori non potevano farmi regalo migliore. Le emozioni che si provano sono tante, indescrivibili e molto personali. Io l'ho vissuta al mille per mille ed è una delle esperienze che almeno una volta nella vita BISOGNEREBBE FARE. Sentirmi bella per una sera è stato emozionante, vedere le mie amiche vestite come me, anche. Vi ringrazio perché se oggi sono migliore è anche grazie a voi. Siete fantastiche DEBS! Siamo una grande e bellissima squadra.  (Beatrice - 2015)
Beatrice
Ci sono esperienze che ti cambiano la vita… Tornare alla realtà oggi è stata dura ma posso dire di sentirmi diversa perché incontrarvi mi ha reso più "ricca". Grazie di tutto a tutte. Grazie al ballo di Roma ho scoperto quanto sia bello socializzare vis-à-vis, ho avuto la conferma che nel mondo ci sono ancora tante ragazze semplici con i loro sogni e ragazzi che non ti trattano come un oggetto ma sanno come corteggiarti, renderti felice e farti sentire donna. (Nunzia Paola - 2015)
Nunzia Paola
In una settimana abbiamo pianto, abbiamo riso, abbiamo vissuto. Il ricordo di questa esperienza resterà per sempre dentro il mio cuore. Grazie a tutte le mie compagne perché tra noi non c'era invidia, cattiveria o rivalità , ma solo un sogno in comune. Ho conosciuto persone meravigliose che al giorno d'oggi non è facile incontrare e sono pronta a far di loro il mio presente e il mio futuro. (Alessia R. - 2015)
Alessia R.
Ancora stento a credere che sia tutto vero, una settimana fantastica, ricca di amore e sincerità. Ho conosciuto persone splendide, gettato le basi per uno dei sentimenti più importanti: l'amicizia, quella vera. Un'esperienza indescrivibile che ha permesso alla vera Sara che è in me di uscir fuori. Grazie per avermi donato la vostra fiducia permettendomi di rappresentare l'Italia all'Opernball di Vienna 2016. Un ringraziamento speciale va ad Elvia Venosa, a tutto lo staff e sopratutto alle mie Debs, che rappresentano la realtà più bella di questa indimenticabile esperienza.  (Sara - 2015)
Sara
Dopo la mia esperienza al Ballo Delle Debuttanti Roma posso finalmente annunciare che i VERI valori che rendono un uomo degno di essere tale, esistono ancora. Rispetto, galanteria e gentilezza.  Imparate ad essere cavalieri e principesse tutti i giorni della vostra vita. Grazie Elvia Venosa! (Giorgia B. 2015)
Giorgia B.
Qualunque ragazza cresciuta guardando i cartoni animati delle principesse Disney ha immaginato almeno una volta di poter vivere la sua notte da principessa, danzando ore ed ore con il suo principe azzurro, indossando un bellissimo abito bianco e delle scarpette luccicanti. Il Gran Ballo Viennese delle Debuttanti di Roma  realizza questo sogno per chi, come me e le mie compagne di avventura, ha scelto di avere il coraggio di andare controcorrente. (Luigia - 2015)
Luigia
Bisogna sempre credere nei sogni perché possono diventare realtà; basta volerlo! Il mio si è avverato. E grazie a questa esperienza fantastica ho avuto la possibilità di conoscere 31 ragazze meravigliose grazie alle quali ho capito il vero senso dell'amicizia. Ringrazio Elvia e tutto il suo staff che hanno reso possibile tutto questo. (Benedetta de F. - 2015)
Benedetta de F.
È ancora possibile sognare un mondo fatto di galanteria, eleganza e vera amicizia sulle note di un valzer viennese! Tutto questo al Ballo Delle Debuttanti Roma. Orgogliosa della mia scelta, dei miei sacrifici e del successo che ha avuto la serata! (Martina - 2015)
Martina
36 baciamani e sguardi che si incrociano: è iniziata così questa meravigliosa esperienza che ha trasportato noi giovani sognatrici dentro il mondo della NOSTRA FAVOLA! La settimana di preparazione è stata sensazionale e divertente, ma, come ogni settimana vissuta nel migliore dei modi, è trascorsa velocemente… Catapultandoci in un posto incantato, l’Acquario Romano. Mano nella mano, disposti in rigorose file ci apprestavamo a far vedere a tutti quale fosse la nostra favola, a renderla ancora più evidente agli occhi altrui ed a farla nostra per tutta la vita! (Tamara - 2014)
Tamara
Ho fantasticato su questo evento fin da piccola, ma la realtà ha superato ogni aspettativa. Varcare quella porta all’ingresso della sala è stata per me un’emozione fortissima e avevo l’impressione di non riuscire a contenere la felicità che provavo: la musica, l’atmosfera da sogno, gli applausi, tutto era inebriante. Elvia sei una persona straordinaria perché in una manifestazione così imponente e articolata sei riuscita abilmente a curare ogni particolare: dalle coreografie alle musiche, dal gioco di luci e colori alla varietà degli interventi, con una presenza discreta ma sempre attenta e continua, con dolcezza ma nello stesso tempo fermezza e determinazione. (Francesca - 2014)
Francesca
Ho capito che nella vita non puoi mai immaginare cosa ti capiterà… Non avrei mai potuto immaginare nulla di così intenso… Non pensavo di poter conoscere persone così speciali e soprattutto di conoscere lui, il mio cadetto. È strano pensare di esser tornata a casa dopo soli 6 giorni, non solo arricchita come persona, ma anche innamorata. Ricordo che alla partenza Elvia ci raccontò di storie d’amore nate durante il ballo… Ricordo che risposi sotto voce “uno su mille ce la fa”… Inaspettatamente sono stata una di queste. (Denise - 2014)
Denise
Il Ballo delle Debuttanti di Roma non è solo una semplice serata in cui trentasei ragazze indossano uno splendido abito bianco e ballano sulle note di un meraviglioso valzer… È molto di più! Quest’esperienza vuol dire crescita e arricchimento. Ho avuto la possibilità di conoscere persone meravigliose, di visitare una splendida città come Venezia, di provare sensazioni che mai nella vita avrei pensato di poter provare. E anche di innamorarmi. (Alice - 2014)
Alice
Può una settimana cambiarti la vita? Sì, se la settimana è targata “Ballo delle debuttanti Roma”. In una settimana una ragazzina timida ed insicura è riuscita a conoscere la vera bellezza, quella che sta dietro ad uno sguardo e ad un sorriso. La femminilità fatta dai dettagli e dal portamento. Per una notte sei principessa… Da quella settimana e per tutta la vita sei Donna, eleganza e classe, sorriso e sicurezza di sé. Una favola moderna che rivive in me ogni giorno. (Rita – 2014)
Rita
Ci sono sere in cui torno a casa e non ho alcuna voglia di togliere il vestito che indosso. Ma questa non era UNA sera. Era LA sera. E quello non era UN vestito ma IL vestito. E come previsto sono stata almeno mezz’ora su una sedia, immobile. Guardando sul tavolo un bouquet e un paio di guanti bianchi. Mi sono venute in mente le parole di Jovanotti che canta “Resta sul tavolo un avanzo di magia…” Orgogliosa di essere stata ieri e PER SEMPRE tra le debuttanti del Gran Ballo Viennese delle Debuttanti di Roma! (Alessia D.V. – 2014)
Alessia D.V.
Il mio abito bianco, le mie scarpette da principessa, i guanti bianchi, il bouquet e il mio principe. Lui, quel cavaliere premuroso che mi ha insegnato tanto in così poco tempo, lui che mi faceva sentir donna solo con uno sguardo, lui che mi dava forza stringendomi forte la mano. Lui che prima del mio debutto mi ha guardato negli occhi e mi ha detto: stai per realizzare il tuo sogno e io farò in modo che tutto sia perfetto! Il mondo è nelle mani di chi ha ancora il coraggio di sognare. (Anna C.- 2014)
Anna C.
Non avrei mai pensato di arrivare fino a qui, con amicizie sincere, un’esperienza irripetibile e sì, anche un nuovo amore. Non finirò mai di ringraziarti Elvia per avermi fatto conoscere 35 ragazze meravigliose, ma sopratutto perché se non fosse stato per questo ballo e per la scelta della Marina Militare, io oggi non sarei di nuovo qui a Venezia con la persona più importante della mia vita. Spero che anche le prossime debuttanti siano fortunate quanto me. (Titty -2014)
Titty
La magia di quella serata nasceva in tutti quei mesi che la precedevano, da quelle fantasie che nei giorni tristi portavano il sorriso. La sopresa più grande però…fu quando i nostri Cavalieri ci accolsero con il Baciamano e si schierano di fronte a noi. Credo che lì,in quell’istante,in quel luogo senza tempo, con quella gioia profonda che ti irradia il cuore, ti accorgi di quanto tempo hai rincorso quella felicità. E in quel momento il sogno smette di essere tale! (Idanna – 2014)
Idanna
Si, è proprio vero: ho vissuto un SOGNO… Ed ora sono pronta a fare di quel sogno la mia REALTA’, a fare delle persone che ho conosciuto il mio presente e il mio futuro, delle emozioni che ho provato il mio stato d’animo e delle cose che mi hanno insegnato il mio stile di vita!Con questo vorrei consigliare quest’esperienza a tutte le ragazze che, come noi, hanno ancora il coraggio di sognare in grande… (Anna G. -2014)
Anna G.
Cara Elvia, noi debuttanti siamo ragazze speciali e coraggiose. Ho conosciuto delle ragazze stupende provenienti da tutta Italia, sorelle e amiche che terrò sempre nel mio cuore, con cui ho riso, pianto e scherzato, ho conosciuto te che hai protetto tutte noi come solo una mamma farebbe e poi Lady ,Pablo e tutti gli altri che compongono questa grande e amorevole famiglia di cui ho fatto parte anch’io. (Altea – 2013)
Altea
E’ la sera del 19 ottobre e…sì, mi sento proprio come Kitty: felice, innamorata della vita, ogni sofferenza, ogni piccola ferita del mio cuore è improvvisamente guarita dalla magia che mi circonda, guarita da questo vestito di tulle e da queste sensazioni. Non esistono parole adatte a descrivere la mia emozione, la mia voglia di saltare, girare, urlare. Tutto dentro di me è gioia, tutto si frantuma, esplode, freme per uscire…. E’ come se quando pensavo al mio desiderio lo avessi immaginato in bianco e nero…. inaspettatamente la realtà ha saputo regalarmi dei colori, dei profumi e delle emozioni che mai avrei potuto sperare ! Non ho mai creduto molto in me stessa ma quella sera mi sono sentita davvero padrona del mondo, nulla avrebbe potuto spaventarmi o incrinare la mia perfetta felicità. Mi sentivo bella.Bella come non mi ero mai sentita, bella per la prima volta. (Francesca – 2013)
Francesca
Il momento di conoscere i nostri cavalieri arrivò, ero molto agiata, non sapevo cosa aspettarmi,avevo paura di non potergli piacere esteticamente , poi arrivò lui… mi porse una rosa bianca e in quel momento tutto si fermò … un’emozione così non mi era mai capitata ! (Federica -2013)
Federica
L’eccitazione e la paura nel vedere le altre ragazze alla stazione, la facilità con cui abbiamo legato , le eleganti lezioni di portamento tutte “pancia in dentro e petto in fuori”, l’ingenuo imbarazzo che io e il mio cavaliere abbiamo provato durante la presentazione, gli sguardi a volte sfuggevoli a volte così intensi da togliere il fiato, il tempo passato a scoprire la dura ma allo stesso tempo affascinante vita dell’Accademia, la nostra prima prova abito all’Ambasciata austriaca. L’elenco potrebbe continuare all’infinito, perché quando un’esperienza unica come questa si stampa per sempre nel cuore, i momenti che voglio ricordare sono veramente tanti! (Benedetta - 2013)
Benedetta
Sarà una bella esperienza..?? Avrò fatto la scelta giusta..?? Legherò con qualcuno..?? E l’abito come sarà..?? Era così strano e allo stesso tempo così confortante vedere che delle ragazze mai viste prima, potessero condividere le mie stesse passioni e le mie stesse paure. Ci è bastata una settimana per diventare un gruppo, una grande famiglia, unita per dare il meglio. Un Grazie enorme va a te, Elvia, che hai messo a disposizione la tela e tutto il necessario per poter dipingere e dare vita al nostro sogno! (Denise -2013)
Denise
Ne ho lette tante di lettere prima di fare il ballo, pensavo sarebbe stata una bella esperienza, ma non avrei mai pensato di provare ciò che ho provato. Nel leggerle non riuscivo a cogliere il sentimento che si nascondeva dietro quelle lettere, ma ora sono io quella ragazza e mentre scrivo mi scende una lacrima di gioia, di felicità, di nostalgia, di malinconia.. E’ stata la settimana più bella che io abbia mai vissuto! Ho conosciuto persone fantastiche, un cadetto che mi è stato vicino aiutandomi a rendere il mio sogno realtà, ragazze che sin dal primo giorno mi sembrava di conoscere da una vita.. tutte con lo stesso sogno..un sogno chiamato valzer, abito bianco e scarpette di ‘cristallo’ che ora finalmente posso dire di aver tirato fuori dal cassetto. Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno fatto sì che questa settimana rappresenti la storia più bella che io possa raccontare. (Margherita-2012)
Margherita
Come dice Elvia “Non principessa per una notte, ma per tutta la vita” questa frase è vera! La mia vita dopo il Ballo non è più la vita di Jessica una comunissima ragazza, ma della Principessa Jessica! e sono troppo felice di essere stata così testarda da scrivere quella lettera motivazionale quel giorno di mezza estate! Il ballo ti cambia la vita io non ci credevo , ma senza bisogno di bacchetta, incantesimi o polvere magica hai realizzato per me la più bella magia che esista al mondo. (Jessica - 2012)
Jessica
Ti sono grata per la festa di compleanno più bella della mia vita e per avermi fatto scoprire tutti i valori della galanteria. Sono stati per me giorni indimenticabili i cui ricordi ho salvato, nella mia memoria, in un “file” che non cancellerò mai. (Elena – 2012)
Elena
Non è solo Il Ballo di per sé, è tutto l’insieme; è la settimana che trascorri, è l’emozione che vivi, sono le persone che conosci. Hai presente quando sei piccola e guardi un film e immagini di essere tu la protagonista di quel film? è proprio quello che è successo a noi. Strano, ma vero!Vorrei tanto poter tornare indietro e rivivere tutti quei bellissimi momenti! (Celeste- 2012)
Celeste
Quando siamo entrati in sala, il mio cuore batteva all’impazzata, le mie gambe tremavano come foglie ma per la prima volta mi sono sentita davvero bella in quel vestito bianco con al mio fianco il mio cavaliere in storica. Abbiamo iniziato a volteggiare a tempo di valzer e mi sentivo leggera, felice e consapevole che il mio sogno era diventato realtà! Ora mi manca tutto. Vorrei tornare indietro per rivivere ogni singolo momento, per riprovare quelle emozioni così forti da togliermi il fiato! (Rita – 2011)
Rita
44 ragazze provenienti da tutta Italia con una sola cosa in comune… Il loro sogno! Tra di noi non ci sono mai state ne invidie, ne cattiverie ma solo tanta voglia di conoscerci e di vivere a pieno la nostra esperienza… E tutto questo grazie a te. Penso di non aver parole per descrivere questa avventura… Perchè le emozioni per poterle capire vanno provate. (Lucrezia – 2011)
Lucrezia
La sera del 1° Ottobre a Palazzo Venezia ho lasciato la scarpetta … ogni volta che suona il campanello, spero sia qualcuno che venga per verificare che siano le mie… e magari calzarle ancora per ballare con il mio principe… che ancora non è arrivato!! Ma io so che presto arriverà. (Jessica – 2011)
Jessica
Per la prima volta dopo tanto tempo mi sono sentita accettata, amata e non giudicata. Ho riscoperto che cosa significhi amare e cosa significhi essere amati. Ho capito che l’amore, anche quello romantico, esiste ed io l’ho trovato lì. Tra le mura di Palazzo Venezia, io l’ho trovato! Ho capito che la vita non toglie solamente. La vita dà! Dà tantissimo a chi le sorride! (Francesca D. – 2011)
Francesca D.
Quel magico 1 Ottobre Ha rapito il mio cuore e la mia anima senza più lasciarmi!Passerà il tempo e i giorni e le settimane ma il ricordo rimarrà sempre intatto ed incancellabile!Desideravo momenti uguali a quelli che ho trascorso, desideravo trovare l’amicizia e l’ho trovata, desideravo essere per un attimo il mio mito e il mio modello più grande la principessa Sissi e lo sono stata!!! GRAZIE Elvia perchè tu sei stata la mia fata madrina… Quella persona che mantiene vivo un mondo passato e che spesso viene dimenticato! Quel mondo che vorrei invece fosse sempre presente!!Ebbene saprò che a combattere non sarò sola ma sempre in tua compagnia e nel mio piccolo mi impegnerò al massimo!!… (Francesca C. -2011)
Francesca C.
Il Ballo delle Debuttanti… era il mio sogno da bambina, il sogno di una di quelle ragazze romantiche che desiderano vivere la favola di cenerentola, il principe azzurro, il vestito bianco! Tutto questo è divenuto realtà grazie a persone speciali… Ora credo che: Tutti i Sogni Possono Diventare Realtà, Bisogna solo Crederci! (Elena -2011)
Elena
“È stata la settimana più bella della mia vita!”. È questo quello che dico a tutte le persone che mi chiedono com’è andata la mia esperienza. Un ambiente sano, pulito e senza rivalità. Posso e voglio dire che questa esperienza è stata fantastica, magica, quanto di più bello una ragazza come me possa desiderare. (Valentina – 2010)
Valentina
Quando ho inviato la domanda di partecipazione non avrei mai immaginato di trovarmi davvero lì a Roma per vivere una settimana indimenticabile e invece, grazie ad telefonata è iniziata la MIA favola. La partecipazione al ballo ha richiesto il pagamento di una quota, all’inizio mi aveva spaventato..ma ora ho capito che l’esperienza che ho vissuto vale molto di più di quella cifra! (Michela – 2010)
Michela
Quando ci siamo ritrovate nel salone dell’Ambasciata d’Austria circondate da drappi d’oro e cristalli di boemia io e le altre ragazze ci siamo sentite mancare il fiato ma ancora non sapevamo che avremo dovuto risparmiare il respiro per quello che sarebbe accaduto di lì a qualche momento. L’assenza di malizia, di stupida trasgressione, di invidia. Questo era il ballo: 28 ragazze, con i rispettivi cavalieri, che hanno convissuto per sette giorni in un’utopia, che però era la realtà. Elvia sono questi i tuoi meriti, le cose di cui devi andar fiera. (Marilù – 2010)
Marilù
La mia conquista più grande durante quella fantastica settimana è stato capire che credere nei sogni è un bisogno, una necessità dell’essere umano; una sorta di esigenza che permette poi di vedere la vita reale in maniera più dolce, colorata, piena di possibilità che sarebbe un assurdo peccato non cogliere. Il mio rapporto con te, Elvia, è stato un rapporto tra persone adulte. Personalmente ho amato osservarti nel tuo lavoro, nella tua passione, nella tua dolcezza di mamma che coccola le sue figlie adottive. Grazie per aver creato questo sogno, questa emozione, che mi ha regalato tanto. ( Marianna -2010)
Marianna
Durante questa settimana ho imparato a credere di più in me stessa e nei sogni; ho imparato ad accettarmi così come sono! e poi intravedere con lo sguardo da lontano gli occhi lucidi dei miei, orgogliosi di me e di ciò che gli ho regalato quella sera è stato bellissimo! Grazie ad Elvia che è una donna davvero forte, coraggiosa, meravigliosa; è stata una mamma per tutte noi..Da ora in poi posso dire di avere anche io un esempio di donna a cui ispirarmi: LEI! (Lucrezia – 2010)
Lucrezia
Elvia, ti scrivo mentre i miei occhi si riempiono di lacrime di gioia, di nostalgia e d’emozione…non sono mai stata una che piange facilmente, ma adesso mi basta ripensare per un attimo a quei momenti, rivedere qualche foto o riascoltare quelle musiche stupende che non riesco a trattenermi…mannaggia. Non potrò mai dimenticare quel bellissimo primo valzer,quella notte col mio principe azzurro….che mi ha fatto volare l’anima!! (Elisabetta – 2010)
Elisabetta
Il 16 ottobre , in quella sala, c’era di più: una storia, tante storie, ognuna con la sua … pagine strappate, pagine scarabocchiate, altre bianche, ancora da scrivere e colorare, tra mille lacrime e mille sorrisi, tra sogno e realtà, tra rabbia e allegria, tra abbandoni e conquiste. “Grazie per essere una parte della mia vita, che sia una ragione, una stagione o tutta la vita”. (Eleonora – 2010)
Eleonora
Abbiamo vissuto la favola che desideravamo da bambine, abbiamo volteggiato nell’abito che abbiamo sempre sognato, abbiamo sentito brividi, abbiamo provato commozione, felicità, entusiasmo, tensione e amore tutto nelle stesse frazioni di ogni secondo trascorso insieme. Abbiamo visto lavorare dei professionisti che ci hanno trasmesso la loro gioia di impegnarsi per rendere migliore il risultato di una squadra. Ci siamo resi conto che tutto è possibile se la dedizione, la costanza e l’interesse verso l’obiettivo comune ci accompagnano. Un sentito ringraziamento va a te Elvia, fautrice di tutto e fata che ha saputo rendere realtà ciò che fin ora era rimasto imprigionato nella mente. (Annalaura – 2010)
Annalaura
Sin da bambina avevo un sogno…”Partecipare al Ballo delle Debuttanti” pensavo potessero partecipare soltanto ragazze provenienti da famiglie dell’alta società e che non avrei mai avuto un’occasione simile , il 23 ottobre è stato il giorno più bello della mia vita perché sono stata protagonista del mio sogno!Non smetterò mai di sognare. (Giusy – 2009)
Giusy
Il 24 Ottobre hai concretizzato “il nostro sogno”, in una serata piena di magia, luce, eleganza vissuta pienamente, con intelligenza e senza inutili frivolezze, tutto all’ insegna della serietà e della concretezza. Questo per me è indimenticabile! (Virginia – 2008)
Virginia
Grazie a questa esperienza ho ritrovato la gioia di vivere e la sto custodendo nel mio cuore con morbosità … come se fossi rinata una seconda volta! Voi siete il Classico esempio delle persone che amano il proprio lavoro e che credono in ciò che fanno, il tutto dimostrabile dal risultato finale.. un evento memorabile!!! (Marina -2008)
Marina
Non basterebbero mille e ancora mille parole per ringraziare tutti di avermi regalato la settimana tra le più belle della mia vita! Ognuna di noi è arrivata con una storia alle spalle, storia che ha arricchito con 6 giorni indimenticabili coronati da una serata incantata!!!! Grazie di cuore….”. (Laura -2008)
Laura
error: Content is protected !!